Striscia LED o neon? Sono in molti a chiedersi quale delle due soluzioni sia migliore. Da una parte abbiamo la striscia LED (o strip LED), tecnologia di ultima generazione che assicura ottime performance a fronte di consumi ridotti, dall’altra abbiamo le lampade a neon, prodotti tradizionali con una storia consolidata e forse una minore difficoltà di montaggio. Stabilire se sia preferibile una o l’altra è una sfida che tanti abbandonano sul nascere: troppe considerazioni da fare, troppi codici da interpretare, troppi dati da capire… Ecco perché noi di Mes Retail abbiamo deciso di preparare una semplice tabella, utile a confrontare da una parte le caratteristiche delle strisce a LED e dall’altra le caratteristiche delle lampade al neon.

CARATTERISTICA STRISCE A LED LAMPADE FLUORESCENTI (“AL NEON”)
Definizione lampada La strip led è un modulo LED che ha tutti i requisiti di un “apparecchio di illuminazione” alimentato da 2 cavetti e funzionante in bassissima tensione (12 o 24V), applicabile a qualsiasi superficie e conforme alla CEI EN 60598-1 Il neon è una lampadina con un alimentazione molto più soffisticata ed una tensione all’accensione di circa 400V motivo per cui non rispetta la CEI EN 60598-1 se non adeguatamente isolato o incorporato all’interno di un apparecchio di illuminazione.
Accessori richiesti L’unico accessorio indispensabile è un alimentatore (o trasformatore). Per il resto la strip led è dotata di un biadesivo nel lato posteriore che aderisce a qualsiasi superficie.
Soltanto i modelli più potenti (da 20W in su) richiedono la presenza del classico profilo in alluminio per la dissipazione.
Il neon necessita di un alimentatore (“ballasta elettronico”), di un kit portalampada conforme alle norme vigenti. Questo comporta la costruzione di una struttura che richiede competenze in materia di “apparecchi di illuminazione”. Non è adatto al fai da te.
Peso Nel complesso la strip led ha un peso di poche decine di grammi per metro o al massimo qualche centinaio di grammi nel caso di utilizzo dei profili in alluminio. Il neon pesa qualche centianaio di grammi ma considerando la struttura della lampada da costruire (o acquistare) arriviamo fino a qualche Kg.
Ingombro Ridottissimo in virtù della forma appiattita e del poco spazio occupato; parliamo di larghezze da 8 a 12mm ed altezza da 2 a 6mm. La lunghezza è assolutamente personalizzabile con possibilità di taglio anche da 25mm. Il diametro standard del neon T5 è di 16mm e le lunghezze sono pure standardizzate. Per esempio un tubo da 36W misura 120cm. Per averlo più compatto bisogna cambiare tipo di lampada (e quindi l’apparecchio).
Montaggio Biadesivo o al massimo un profilo in alluminio.
Il driver è l’unico dispositivo indispensabile e serve a garantire la tensione stabilizzata (12 o 24V).
Con il neon il montaggio avviene come per una normale plafoniera. Come abbiamo detto il ballast è solo uno dei componenti indispensabili.
Classe energetica Dalla A+ alla tripla A (non esistono LED in classe inferiore alla A!) A+ solo nei modelli a LED (ma parliamo di tubi a LED e non più tubi al neon).
Ottica e qualità cromatiche La strip LED segue la tecnologia LED per cui permette di avere una luce qualitativamente migliore (spettro più uniforme) e ovviamente di scegliere la tonalità: calda, fredda, RGB o RGBW. Il neon non ha uno spettro omogeneo per cui la qualità della luce è la peggiore fra tutte le sorgenti luminose. Permette comunque di scegliere la tonalità: calda, fredda, RGB.
Accensione Immediata e senza sfarfallamenti Qualche secondo con possibili intermittenze
Manutenzione Inesistente (normale pulizia). Da 30.000 h a 50.000 h e oltre per arrivare al 70% del flusso iniziale. Diversi componenti soggetti a rottura che richiedono riparazioni e sostituzioni. Solo per il neon 18.000h
Efficienza Luce emessa da un lato, quindi sprechi ridotti o inesistenti. Per avere lo stesso effetto del neon è mediamente richiesto un 30% di flusso in meno rispetto al neon tradizionale, quindi consumi ulteriormente ridotti. La luce viene emmessa a 360°, quindi vi è sempre uno spreco, cioè luce non utilizzata che va dal 40 al 50%. Lo spreco di luce è direttaamente proporzionale allo spreco di energia.
Prezzi A partire da 3,60 € per metro fino a un massimo di 13,80 € per metro. A partire da 3 euro per un pezzo.

IL BILANCIO STRIP LED VS NEON E I MODELLI IN COMMERCIO

Come si può vedere dalla tabella, il bilancio tra strisce LED e lampade o plafoniere al neon vede le prime in netto vantaggio. A fronte di costi di poco superiori e di un montaggio più laborioso, abbiamo garanzia di prestazioni all’avanguardia: più durata, più luce, meno ingombro, meno consumi e soprattutto maggiori libertà creative. Le strisce a LED si installano infatti ovunque, sul bordo dei gradini, sulle porte, sopra la cappa in cucina, sul pavimento… anche all’esterno! Non ci sono limiti, basta soffermarsi sulle fotografie presenti nella sezione Strisce LED ad alta luminosità ed efficienza per rendersi conto di cosa sia possibile ottenere con questa tecnologia. Se cercate un prodotto davvero innovativo, le strisce a LED sono quello che fa per voi.

Commenti

Commenti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This