Illuminazione open space || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

Come illuminare un open space? Domanda lecita, che interessa un bacino di utenza ampio e trasversale. Dai privati ai professionisti, sono in molti a cercare risposte per capire come illuminare uno “spazio aperto”. Una richiesta che, non a caso, ci capita di ricevere molto spesso dal modulo di contatto del nostro sito. Proviamo allora a fornire qualche spunto per scegliere i prodotti giusti e non commettere errori dovuti all'inesperienza. Prima di cominciare, prendiamoci però un minuto per chiarire il significato, e quindi le peculiarità, di un open space.

Il concetto di open space nasce in seguito alla riconfigurazione degli uffici: non più stanze singole e indipendenti, ma zone o aree comunicanti fra loro all'interno di un unico, grande spazio aperto. Dal successo e conseguente diffusione di questa idea, l'open space conquista anche le abitazioni private. Soggiorno e cucina si fondono, con l'aggiunta caso per caso di un soppalco per sfruttare l'altezza, ma anche delle scale, di un angolo per il gioco dei bambini e così via. Il vantaggio principale di questa soluzione consiste nell'ottimizzare la cubatura disponibile, eliminando muri, corridoi ed elementi divisori.

 

Illuminazione open space con strisce LED || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

Il fascino e la praticità di un open space sono notevoli, ma attenzione: per ovvie ragioni, una scelta del genere finisce per fagocitare il vissuto della casa, e questo, tornando al nostro tema, comporta la necessità di un'illuminazione ragionata, capace di soddisfare una molteplicità di esigenze differenti. Un consulente illuminotecnico può darci soluzioni a regola d'arte, ciò non toglie che la nostra iniziativa sia imprescindibile per determinare in quale direzione andare. Vediamo quindi, a seconda delle aree tipiche di un open space, come studiare e pensare l'illuminazione e soprattutto la disposizione di multipli corpi illuminanti. Iniziamo dalla luce funzionale della cucina.

 

COME ILLUMINARE LA ZONA CUCINA DELL'OPEN SPACE

 

Insieme alla sala da pranzo, la cucina è senza dubbio la protagonista di un open space. La peculiarità principale è che una cucina di un open space, rispetto alla cucina tradizionale, non presenta grossi rischi legati alla concentrazione di umidità. Il grado IP delle lampade, indice di una protezione più o meno elevata contro polvere e acqua, diventa meno risolutivo, e questo allarga non poco il ventaglio di soluzioni da considerare. Tra i modelli di lampade che vanno per la maggiore, i più validi sono quelli che assicurano un'illuminazione di tipo funzionale: la cucina è una zona operativa e in quanto tale necessità di una luce diretta, in particolare sul piano di lavoro.

 

 

Qui sarebbe auspicabile raggiungere almeno i 250/300 lux, per cui strisce LED e faretti LED da incasso rappresentano due alternative vincenti. Flessibilità, praticità di installazione, ingombro ridotto, distribuzione omogenea della luce (evitando di creare zone d'ombra poco estetiche)… tutti questi sono punti di forza comuni a strip LED e faretti LED, di enorme aiuto nel contesto di una cucina “aperta”. Da notare anche il contributo della luce naturale, che grazie a finestre e lucernari potrà ridurre l'utilizzo di sorgenti artificiali. Va da sé che le abitudini personali incidono molto sul reale impiego della cucina (a quali ore, quante volte al giorno, per quante persone) determinando una maggiore o minore efficienza e funzionalità della luce.

 

Illuminazione cucina con strisce LED || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

La cucina può avere anche un piano snack, meglio noto come isola: la presenza di questo arredamento non è scontata, ma è chiaro che, se abbiamo un tavolo del genere, va prevista un'illuminazione coerente. Il ventaglio anche qui è abbastanza ampio e include luci sospese a un cavo nero o colorato, come per la lampada Wireflow Libres (con regolazione dell'altezza e della posizione), ma anche faretti LED da incasso come il modello Outlook, con molle di fissaggio per controsoffitti comprese nella confezione, ottimo per ambienti più umidi. Insomma, le scelte non mancano, bisogna valutare bene le caratteristiche dell'isola e combinare al meglio le luci di quest'area con quelle del piano cottura.

 

Illuminazione tavolo da pranzo || fonte homestolove.com

 

Illuminazione isola con sospensioni || credits Linealight Group

 

Illuminazione isola con faretti da incasso || credits Linealight Group

 

Dritte per illuminare correttamente una cucina con strisce LED e faretti!

 

COME ILLUMINARE IL SOGGIORNO DELL'OPEN SPACE

 

La sala da pranzo, o soggiorno, è l'altra grande protagonista dell'open space. In quest'area trovano posto il tavolo dove si mangia, le sedie, i mobili e magari qualche oggetto decorativo (statue, quadri, opere di design). Il tavolo è ovviamente cruciale, per cui l'illuminazione a sospensione è una proposta quasi obbligatoria (a patto che non ci siano problemi di altezze del soffitto), capace di creare un'atmosfera confortevole e adeguata al momento del pasto. La lampada a sospensione dovrà essere posizionata a un'altezza di almeno 70-80 cm dal piano del tavolo, in modo da non sbattere la testa e intralciare le manovre di preparazione e servizio del cibo. Un esempio? La fantastica lampada a sospensione Oxygen, in stile moderno, realizzata da Ma&De di Linea Light.

 

Illuminazione tavolo da pranzo || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

Lampada a sospensione Diphy || Credits Architempore (Arch. Violetta Breda)

 

Illuminazione tavolo da pranzo || credits Linealight Group

 

Tutt'altro discorso va fatto per l'illuminazione della zona divano. Anche se ci troviamo sempre in soggiorno, è ovvio che quest'area richiede una luce più soffusa, non insufficiente ma di certo meno impattante. La mossa migliore è optare per una luce indiretta, facile da ottenere con lampade da parete o da terra, ma anche con faretti e strisce LED se inseriti in una veletta nel controsoffitto. Per un risultato estetico più originale possiamo anche installare i LED RGB (ovvero i LED colorati), predisponendo il controllo delle luci e la loro dimmerazione (vale a dire la modulazione dell'intensità luminosa) tramite dispositivi mobili o semplicemente tramite pulsante. Regoleremo così la luminosità in base alle necessità del momento e ci godremo la lettura di un giornale, l'esplorazione di Internet sul tablet e ogni altro momento di relax da soli o in compagnia!

 

Illuminazione salotto || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

Illuminazione salotto || credits Linealight Group

 

Illuminazione salotto gola di luce || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

Illuminazione salotto || progetto illuminotecnico curato da MesRetail

 

COME ILLUMINARE ALTRE ZONE DELL'OPEN SPACE

 

Cucina e soggiorno occupano insieme la quasi totalità dell'open space. Anzi, in alcuni casi l'open space è formato esclusivamente da questi due ambienti. Esistono però anche situazioni in cui l'open space prevede una o più zone collaterali, ad esempio un angolo per la meditazione e lo yoga, o una scrivania per studiare e lavorare, o ancora un cocktail bar per gli ospiti e gli amici. Qui l'illuminazione andrà valutata di volta in volta in modo indipendente rispetto al resto dello spazio, calcolando come sempre il contributo della luce naturale. Un sistema valido per abbassare i costi e contenere i consumi potrebbe essere quello di collocare una serie di lampade da terra a LED nell'open space, da spostare e usare a piacere quando è ora di usare l'area più appartata. Se invece ci sono mobili e arredi importanti, come  per il cocktail bar, allora si può considerare di personalizzare gli stessi con strip LED ad alta luminosità ed efficienza, da applicare direttamente sul profilo del bancone o dei pensili.

 

E adesso? Adesso tocca a te sbizzarrirti con la fantasia! Il light design è un piacere ma anche un lavoro difficile: le variabili sono moltissime e non sempre è così scontato arrivare a un esito all'altezza delle proprie aspettative. Prova a esplorare le categorie di prodotti del nostro sito ecommerce e magari a leggere qualche altro approfondimento del blog. Ricorda in tutti i casi che le nostre lampade sono garantite fino a 5 anni e vengono acquistate da fornitori selezionati in Italia e al massimo Europa. La qualità è per noi un punto di forza imprescindibile, nell'illuminazione di un open space come nell'illuminazione di una casa o di un ufficio. Puoi contattarci senza impegno in qualunque momento all'indirizzo email info@mesretail.com o al numero di telefono + 39 342 0678538. E ricorda, se spendi più di 75 euro la spedizione è gratuita!

 

 

 

 

 

 

Commenti

Commenti

Pin It on Pinterest

Shares
Share This